Avio (Trento): arriva “Uva e dintorni” con un ricco programma

62

Nove corti enogastronomiche, per gustare il meglio delle specialità locali e non solo, percorsi e visite ai vigneti e alle dimore storiche del territorio, coinvolgenti spettacoli, musica, iniziative per i più piccoli e l’accampamento e mercato medioevale dei mestieri, per tuffarsi a 360 gradi nella storia, oltre all’entusiasmante Palio delle Botti tra Città del Vino

TRENTO – Tutto è ormai pronto per la 21^ edizione di Uva e dintorni, manifestazione in programma da venerdì 2 a domenica 4 settembre ad Avio (TN) organizzata dall’omonimo Comitato, in collaborazione con il Comune, con il supporto di Trentino Marketing, il coordinamento della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nell’ambito della promozione delle manifestazioni enologiche provinciali denominate #trentinowinefest e il sostegno di APT Rovereto Vallagarina e Monte Baldo.

Davvero ricco il programma dell’edizione 2022: i quasi 500 volontari coinvolti nell’organizzazione promettono dunque tre giorni di festa, tra musici, giocolieri e scorci di vita medioevale, con spazio ad antichi giochi e mestieri.

L’avvio ufficiale è per venerdì 2 settembre alle ore 19.00, con l’apertura delle corti enogastronomiche e performance itineranti di musica medioevale, oltre allo spettacolo “I giullari di corte”, con trampolieri, sputafuoco, fachiri, saltimbanchi e acrobati, seguito da “Luminex”, potenti esibizioni di danza aerea e inediti giochi di luce.

Sabato 3 settembre si comincia invece alle 17.30, con l’allestimento dell’accampamento e del mercato arricchiti dalla rappresentazione di vari giochi antichi, animazioni musicali con il gruppo Tamburi Medioevali di Brisighella e un percorso dell’artigianato artistico, hobbisti e prodotti tipici, ma anche la possibilità di incontrare gli animali della fattoria, grazie al gruppo Piccoli Allevatori di Avio. In contemporanea, gli appassionati potranno partecipare ad una interessante visita ai vigneti con guida e degustazione, con intervento musicale di Opera Prima, in replica con due appuntamenti anche nella giornata di domenica (9.45 e 17.00).

Alle 18.00, apertura delle corti enogastronomiche, con la possibilità di degustare taglieri, canederli, stinco ma anche dolci della tradizione, ovviamente accompagnati da vino del territorio. Ancora musica, inoltre, con il concerto allievi “Scuola Musicale Opera Prima” e replica dello spettacolo “I giullari di corte”.

Alle 20.30 protagonista ancora una volta il vino con “Incontro con bacco”, degustazione a cura della cantina Viticoltori in Avio, in programma anche domenica alle 18.30, mentre alle 21.00 “Voci della corte” con il Coro Eco del Baldo. Spazio agli spettacoli alle 22.00 con “Belfagor”, un insieme di danza aerea, fuoco ed effetti speciali.

Domenica dalle 10.00 alle 13.00 si potranno scoprire le dimore storiche, tra cui la Chiesa Parrocchiale di Avio, l’antica chiesa “la Pieve” e la Casa del Vicario”. Oltre alle varie iniziative del sabato, inoltre, la giornata si arricchisce dalle 10.00 alle 19.00 con “Storie verdi del sottobosco. Il Monte Baldo si fa storia”, momenti di lettura, musica e incontro con l’autrice Lorena Cristini, e, alle 14.00, con le visite guidate alla Tenuta San Leonardo, con bus navetta.

Tra i momenti più attesi, ovviamente, il corteo e il XIX Palio nazionale delle Botti delle Città del Vino, con dodici squadre in gara – Avio, Bocca (NO), Brentino Belluno (TV), Brisighella (RA), Cavriana (MN), Maggiora (NO), Marino (RM), Refrontolo (TV), San Gusmè (SI) , Santa Venerina (CT), Suvereto (LI) Vittorio Veneto (TV) – in programma alle 14.30, che si sfideranno nella spinta della botte, maschile e femminile, ma anche nella pigiatura dell’uva scalzi, nello slalom femminile e nel riempimento della botte dalla fontana della piazza centrale.

E ancora, alle 16.30 un laboratorio di giochi, a cura dell’Associazione Peter Pan, mentre alle 17.00 una dimostrazione di lavorazione e produzione del formaggio. Alle 18.00, invece “Le voci del coro Castelbarco” e alle 20.00 “Volo su ali di farfalla tra stile celtico irlandese e folk italiano” a cura della Civica Scuola Musicale G. Pederzini. Alle 21.15 è tempo di sognare con lo spettacolo “Sand Art”, seguito alle 22.00 da “Incanto”, amato spettacolo finale pirotecnico.