Trentino: alla XXI “Uva e dintorni” Avio si aggiudica il “Palio delle Botti”

92

La squadra locale ha primeggiato sulle nove in gara e si conferma al primo posto nella classifica nazionale, in attesa della finale di Refrontolo del 9 ottobre (TV). Secondo posto per Brentino Belluno (VR) e terzi per Maggiora (NO)

Per il terzo anno consecutivo la squadra maschile di Avio – formata da Alessio Secchi, Elia Campostrini e Cristian Emanuelli – ha conquistato la tappa casalinga del Palio della Botte delle Città del Vino, mantenendo così la prima posizione anche nella classifica nazionale della competizione, la cui finale è in programma per il 9 ottobre a Refrontolo (TV). Una bellissima notizia che ha rappresentato la ciliegina sulla torta della XXI edizione di Uva e dintorni, manifestazione enogastronomica e storico-culturale che, complice il bel tempo, ha attirato nella cittadina lagarina oltre 25.000 presenze in tre giorni, tra visite guidate, degustazioni di vini, spettacoli, rievocazioni di vita medioevale e rappresentazioni di giochi antichi.

La kermesse – organizzata dall’omonimo Comitato, in collaborazione con il Comune, con il supporto di Trentino Marketing, il coordinamento della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nell’ambito della promozione delle manifestazioni enologiche provinciali denominate #trentinowinefest e il sostegno di APT Rovereto Vallagarina e Monte Baldo – si è confermata quindi un atteso appuntamento di fine estate.

“Un grande successo – ha commentato il Sindaco Ivano Fracchetti – dopo questi due anni di stop imposti dal Covid, che ha premiato il comitato organizzatore, capitanato da Walter Pericolosi, e l’ampio popolo di quasi 500 volontari, per il grande lavoro svolto in questi mesi, reso ancora più duro dalle incertezze del periodo storico e dai tanti vincoli da rispettare a livello burocratico”.

Questa grande voglia di darsi da fare per la comunità ha sicuramente dato un prezioso impulso anche ai ragazzi della squadra, che si è distinta anche nelle altre competizioni in programma, conquistando il primo posto sia nello slalom femminile, che nella pigiatura dell’uva scalzi che nel riempimento della botte. Bene anche la spinta femminile, dove è stato ottenuto un importante terzo posto, grazie all’ottima performance di Linda Rizzi e Federica Caden.

Sul podio, al secondo posto, la squadra di Brentino Belluno (VR), grande sorpresa dell’anno, e quella di Maggiora (NO), in terza posizione. A seguire Boca (NO), Cavriana (MN), Suvereto (LI), Santa Venerina (CT),Vittorio Veneto (TV) e Refrontolo (TV).

“Ci auguriamo – ha concluso il Sindaco – di mantenere il nostro primato anche nelle prossime gare e nella grande finale, per riprenderci l’ambito titolo nazionale conquistato nel 2019”.