Ad Attilio Scienza il “Premio Khail 2023” di Civiltà del bere

275

Il professore e agronomo di fama internazionale ha ricevuto il premio dal Direttore della rivista, Alessandro Torcoli, durante VinoVip al Forte 2023

FORTE DEI MARMI – “Per l’infaticabile impegno nella promozione del vino italiano di pregio nel mondo” Attilio Scienza, professore e agronomo, ha ricevuto il Premio Pino Khail 2023, assegnato da Civiltà del bere durante VinoVip al Forte, biennale organizzata dalla prestigiosa rivista del vino che in questi giorni ha riunito a Forte dei Marmi il meglio della produzione enologica italiana.

“Abbiamo deciso di premiare in questa edizione di VinoVip il professor Attilio Scienza, uno dei massimi esperti del mondo del vino italiano e internazionale – commenta Alessandro Torcoli, direttore di Civiltà del bere. Il nostro vuole essere un riconoscimento all’appassionata opera di ricerca, informazione e cultura del sistema vitivinicolo che Scienza svolge da decenni e che, mettendo in contatto studi scientifici, genetica e antropologia, ha formato – e continua ad essere un punto di riferimento – per generazioni di operatori del settore.”

I vincitori del Premio Khail

Il premio, ideato dal direttore di Civiltà del Bere Alessandro Torcoli per ricordare il giornalista Pino Khail, fondatore della rivista nonché pioniere del vino di qualità italiano.

Dopo Lucio Caputo, Presidente Iw&Fi (premiato nel 2011), Lucio Tasca d’Almerita (2013) Piero Antinori (2015), Pio Boffa della Pio Cesare (2017), Cesare Pillon (2018), Piero Mastroberardino (2019) e Chiara Lungarotti (2022) quest’anno è stata la volta di Attilio Scienza, Professore e Agronomo. Tra i massimi esperti mondiali di Viticoltura, ha insegnato alla Statale di Milano ed è stato direttore dell’Istituto Agrario di S. Michele all’Adige. Gli è stato assegnato il Premio AEI per la ricerca nel 1991, il Premio Internazionale Morsiani nel 2006, il premio OIV-Parigi Viticoltura per il miglior libro scientifico su tematiche viticole e della sulla cultura della vite nel 2003, 2008, 2011 e 2012 e 2017. Autore di 380 pubblicazioni scientifiche e di 32 testi a stampa che trattano argomenti tecnici e culturali.

AUTORERedazione
Articolo precedenteArte, musica, libri: ecco l’estate 2023 di Monteverro
Articolo successivoTrentino, vini: Moser presenta il Sauvignon Blanc