Museo del Made in Sicily, un omaggio alla Sicilia e ai Siciliani

130

Lo scorso 13 aprile è stata una data importante per Io Compro Siciliano. Il noto brand che rappresenta il Made in Sicily in Sicilia e nel mondo in occasione del quarto anno dalla sua creazione ha lanciato l’ambiziosa iniziativa di creare un Museo del Made in Sicily che accolga e custodisca la creatività ed inventiva del popolo siciliano.

Uno spazio dedicato all’orgoglio siciliano “senza limiti”

L’idea nasce dalla volontà di Davide Morici, fondatore di Io Compro Siciliano e del suo socio Giovanni Callea, di dar vita ad museo siciliano sul modello di quello scozzese. Un luogo nel quale dare valore alle sei città della ceramica siciliana accanto alla tradizione del ricamo e dei gioielli, solo per citare alcune delle eccellenze Made in Sicily.
Un museo vivo che darà valore e spazio alla creatività e manualità della Sicilia. Rappresenterà quello che i siciliani sono stati in grado di fare in passato e che sanno fare al presente. All’interno del museo saranno raccolti oggetti, produzioni artigianali, vi sarà spazio per l’enogastronomia, per opere creative, documenti video e audio ma, soprattutto, idee e progetti del popolo siciliano.

“Abbiamo visto mani lavorare, volti sudare, sorrisi e tramonti indimenticabili. Tutto questo e molto altro produce bellezza, oggetti, idee, identità. Questa identità è riconosciuta, amata, protetta fuori dalla Sicilia. Noi crediamo che dovrebbe esserlo sopratutto in Sicilia. Abbiamo un grande sogno dare casa a questa identità. Si tratta di un sogno immenso e prezioso, quello di vedere la Sicilia tornare ad essere orgogliosa di sé e della sua indiscutibile capacità creativa e produttiva. Abbiamo imparato che sognare è uno spazio nel quale non mettere limiti e noi vogliamo, appunto, creare uno spazio senza limiti”raccontano gli organizzatori.

Il crowdfunding per dar vita al primo oggetto del museo: l’Albero delle Radici

Il progetto intende aggregare forze creative, sostegno economico e attenzione degli enti preposti. La prima pietra di questo museo sarà un albero: l’Albero delle Radici, simbolo del 2024 quale anno delle radici italiane ma non solo. L’albero rappresenterà anche la capacità creativa dei siciliani. Sarà realizzato con le donazioni simboliche che sono state attivate con una sottoscrizione in occasione del quarto anno del progetto. L’importo raccolto e pubblico e sarà interamente utilizzato per la realizzazione di questo monumento dedicato non solo alla Sicilia ma anche allo straordinario popolo che la abita: i siciliani.

Come partecipare alla raccolta fondi

La raccolta fondi, iniziata simbolicamente il 13 aprile, durerà fino al 15 luglio 2024. Ciascuno dei contributori entrerà di diritto tra i soci sostenitori della Fondazione Museo del Made in Sicily. Al raggiungimento di 500 donazioni sarà chiesto un incontro con il Presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, per attivare le energie istituzionali che hanno la forza e la responsabilità di dare vita al progetto. Per contribuire alla creazione dell’Albero delle Radici e seguirne le evoluzioni basterà seguire il canali de “Il Made in Sicily”.