Dialogue: a Brescia il meglio della mixology mondiale

850

Per il mondo Food & Beverage il 2022 inizia con grandi novità. A pochi mesi dalla sua inaugurazione a Brescia, il Dialogue – Wine & Cocktail Lounge Bar è pronto a dare nuovo respiro alla comunità della mixology con una collaborazione dal sapore internazionale.
Più di 400 etichette di vino e altrettanti distillati, tra cui 100 gin, e un’ampia lista di drinks e signature cocktails, in un ambiente esclusivo e curato in ogni dettaglio, dal design degli interni alla musica d’atmosfera, per una drinking experience totale: i founder di Dialogue, Adela Paul, giovane imprenditrice, e Adrian Cristian, bartender mixologist con un’esperienza ventennale in UK e consulente Food & Beverage sul mercato nazionale ed internazionale, hanno dato vita, in pochi mesi, a una delle realtà più innovative del territorio, dove contaminazione e ricerca sono gli ingredienti fondamentali. Ed è proprio seguendo questa scia che si apre il nuovo anno.
Martedì 1° febbraio professionisti, cocktail lovers e semplici curiosi potranno sperimentare il meglio della mixology mondiale nell’evento “Paradiso Barcelona comes to Dialogue”, con cui il locale bresciano accoglierà il famoso cocktail bar Paradiso di Barcellona, al terzo posto della classifica The World’s 50 Best Bar. Special guest l’Head Bartender Alessio Beltrami e il Bartender Gianluca Basso del noto locale spagnolo.
Dalle 16 alle 18, i due ospiti terranno la Masterclass “Stairway to heaven” Paradiso: un’esperienza riservata ai professionisti, cui sarà possibile partecipare previa prenotazione, per scoprire tutti i segreti del mestiere. Sarà una full immersion nella filosofia del locale, con un focus sulla sostenibilità degli ingredienti utilizzati nelle preparazioni; durante l’incontro sarà inoltre presentato ufficialmente il menu Universo, con la possibilità di partecipare alle preparazioni e di assaggiare alcuni drink del menu.
A partire dalle 19, la serata prenderà il via: Dialogue aprirà le porte al pubblico, che potrà assistere alle speciali realizzazioni di mixology dietro il bancone dei guest bartender Alessio e Gianluca e assaggiare l’esclusivo menu “Universo” ideato durante la masterclass pomeridiana appositamente per questa speciale serata bresciana.
“Paradiso Barcelona comes to Dialogue” sarà solo il primo di una serie di eventi che nel corso dell’anno delizieranno la comunità all’insegna della qualità e dell’innovazione in tema mixology.

«Teniamo molto a questo evento, che sarà il primo di una serie di iniziative uniche – racconta Adrian Cristian, Patron di Dialogue. Accogliere nel nostro locale professionisti di questo calibro ci rende molto orgogliosi e ci dà la possibilità di migliorarci, di puntare a standard sempre più alti, di essere competitivi a livello internazionale. Il nostro obiettivo è di offrire a chi viene a trovarci la migliore esperienza di mixology possibile».

PARADISO BARCELLONA. Considerato tra i migliori bar al mondo secondo la classifica World 50 Best Bar, Paradiso si trova in Catalogna, a Barcellona. Diventato ormai protagonista della vita notturna della città spagnola, offre un’esperienza unica nel suo genere, con un’offerta di cocktail eccezionali anche dal punto di vista visivo.

ALESSIO BELTRAMI. Head manager di Paradiso, proviene dalle valli piemontesi: prima di arrivare nel cocktail bar di Barcellona, ha lavorato a Leeds, in Inghilterra, poi in Australia, dove ha collaborato per quasi un anno presso il Bobeche, rinomato locale di Perth. Arriva poi l’incontro con Giacomo Giannotti, proprietario di Paradiso, e il lavoro presso il prestigioso locale.

GIANLUCA BASSO. Torinese d’origine e barcellonese d’adozione, è attualmente bartender presso il Paradiso.

DIALOGUE. Wine & Cocktail Lounge Bar, da settembre 2021 offre una drink experience innovativa e dal sapore internazionale nel panorama bresciano. Con 400 etichette di vini e altrettante di distillati, gli ospiti possono godere di un ambiente esclusivo e curato in ogni dettaglio, dal design degli interni alla musica d’atmosfera.

AUTORERedazione
Articolo precedenteLa Francia alla scoperta della cucina di Filippo Cogliandro e del Bergamotto con TF1
Articolo successivoL’elegante semplicità della polenta con formaggio morbido