Veg Sicilia, da settembre corsi e incontri tematici tra Palermo e Catania

267

Da quattro anni esiste una realtà tutta made in Sicily nata con lo scopo di dar voce al sempre più (ben) nutrito popolo di vegetariani e vegani che opera sul territorio regionale e che ambisce ad espandere il proprio raggio d’azione grazie alla presenza sempre più assidua presso manifestazioni ed eventi legati al vasto settore enogastronomico.
Si tratta di Veg Sicilia, l’associazione diretta da Lucia Pennisi, Luce per gli amici, catanese, classe ’81, con tante idee per la testa e il suo “credo”sempre nel cuore. Noi di Charmat Magazine l’abbiamo voluta incontrare per capire non solo come è nata la sua scelta veg ma anche, e soprattutto, come è riuscita a farla diventare anche la sua professione dimostrando che se si crede fortemente in qualcosa prima o poi i frutti dell’impegno si raccolgono e sono anche buoni.
Quello di Luce è un percorso già dall’inizio ben definito poiché dal 2005, dopo la laurea in Economia per Arte, Cultura e Comunicazione, ha iniziato ad occuparsi di Eventi & Marketing a Milano presso Fiera Milano SpA, lavorando per conto di quest’ultima in manifestazioni come Bit e Host Milano. Nel 2008 inizia il percorso legato alla produzione e realizzazione di eventi culturali e fieristici in Sicilia, dopo aver lasciato Milano con le sue contraddizioni per far rientro in terra sicula. La scelta vegetariana è arrivata a fine 2012, ma solo verso la fine del 2014, in seguito alla lettura del libro The China Study e alla visione di diversi documentari sull’argomento, è avvenuta la vera svolta ovvero la consapevolezza della necessità di un cambiamento e il desiderio di diventarne parte attiva. Il percorso di auto biologia con Myra Luce Panascia, guru del veganismo a Catania, è stato il vero spartiacque tra l’iniziale scelta vegetariana e quella, successiva, vegana.
“Il passo è stato breve, immediato e senza ritorni – ci spiega Luce – e ha determinato un netto miglioramento della mia salute eliminando influenze, intolleranze, intestino o colon irritato e irritabile. Di conseguenza non più medicine, farmaci convenzionali, sempre meno medici e tanti giorni in salute da sfruttare al meglio per il progetto che si stava delineando in maniera sempre più chiara nella mia mente. Nel 2015 ho immaginato come sarebbe stato un mondo dove tutti si potessero alimentare di cibo buono, non contaminato, non di derivazione animale, e in una terra con condizioni climatiche propizie e favorevoli, quale era la Sicilia, dove era possibile coltivare prodotti di qualità e dove era possibile promuovere e diffondere una cultura veg naturale basata sulla stagionalità di tali prodotti. Ho iniziato, così, a frequentare seminari, convegni sull’agricoltura, incontrato professori universitari, medici e nutrizionisti, agricoltori, sociologi e sono arrivata ad Abano Terme al Be4eat per conoscere il famosissimo e stimatissimo Colin Campbell, autore di The China Study, considerato il manifesto del veganesimo”.
Nasce così, nel 2015, l’associazione Veg Sicilia il cui progetto promuove la scelta Veg e l’alimentazione vegetale, naturale e km0 e la ricerca spirituale, mediante l’organizzazione di eventi, convegni, seminari di approfondimento e corsi di cucina vegetale per amatori e professionisti e consulenza sulla migliore modalità di approcciarsi al mondo veg per ristoratori e aziende agricole siciliane.
Oggi a soli quattro anni dalla nascita, Veg Sicilia vanta la presenza e partecipazione a numerosi eventi e manifestazioni in campo enogastronomico in cui è riuscita a far sentire la propria voce nonostante non si tratti di eventi dedicati al mondo veg ma, anzi, proprio per questo dando un contributo ancora più apprezzabile grazie alla capacità di essersi ritagliata una “nicchia” in contesti in cui, in passato, questo ambito era totalmente sconosciuto.
Da settembre l’attività dell’instancabile Luce Pennisi riparte con un fitto calendario di appuntamenti, di cui alcuni ancora in via di definizione, che si succederanno fino alla fine dell’anno solare. Denominatore comune di tutti è la qualità, visto il livello di preparazione dei relatori, e la forte componente di pratica che si unisce a quella teorica per consentire ai corsisti l’acquisizione di nozioni tecniche grazie all’esperienza diretta.
“Oltre ai corsi già in programma stiamo pianificando altri appuntamenti, tra cui il master di cucina vegetale in collaborazione con Blu Lab Academy con la chef Alessandra Dal Zotto, il corso di autoproduzione e riuso in cucina con la cuoca Rita Barchitta. Il corso con lo chef Matteo Febbraio per la prima volta in Sicilia. In programma, inoltre, un incontro dedicato ai più piccoli e alle loro mamme con Lorenzo Locatelli e Jessica Callegaro, compagni nella vita ed entrambi insegnanti di cucina, autori di libri e foodblogger. Sbarcherà in Sicilia anche lo chef Edoardo Ferrante di Vivirvegan direttamente da Torino. Il 2020, infine, parteciperò ad un appuntamento scientifico importante che vede nomi internazionali, di cui ancora non posso svelare il contenuto, e curerò personalmente e per conto di Veg Sicilia una rubrica dedicata alla cucina vegetale siciliana e ai suoi protagonisti, dagli chef ai produttori, all’interno della neonata rivista Cook Magazine” conclude la giovane presidente di Veg Sicilia.
A questo punto non ci resta che dare un’occhiata al calendario fitto di proposte di qualità, perfetto per chi vuole approcciarsi alla ormai evidente realtà della cucina vegetale o per chi vuole rafforzare i concetti fatti propri da tempo.

PALERMO 5 OTTOBRE: CORSO DI PASTICCERIA VEG
Il 5 ottobre a Palermo, nella scuola di cucina Be chef (via Imperatore Federico) dalle 11 alle 17 si terrà il corso pratico di pasticceria vegetale e il docente sarà il prof. Giuseppe Pagano, docente all’istituto Antonello da Messina. Pagano a Palermo parlerà della pasticceria vegetale moderna dalle basi al ripieno, dalla chimica all’estetica del piatto. Lo scopo non sarà solo la produzione e l’assaggio di dolci finiti bensì la consapevolezza che con la conoscenza approfondita delle materie prime ed un pizzico di sperimentazione si possono ottenere dolci sovrapponibili per bontà ed estetica a quelli “tradizionali” e fruibili da tutti: vegani, salutisti, intolleranti al lattosio, allergici alle uova e ovviamente anche dai tradizionalisti.
Il corso è aperto ad amatori e a professionisti che vogliono introdurre nella propria offerta professionale la qualità delle pasticceria vegetale.

PALERMO 19 OTTOBRE: CORSO DI PASTA FRESCA
Il 19 ottobre a Palermo, sempre nella scuola di cucina Be chef dalle 10 alle 14.30 la chef Alessandra Dal Zotto con un corso in cui tratterà un argomento molto complesso ma di semplici sembianze che interessa professionisti e non: dalle paste semplici alla pasta ripiena, tutti i trucchi e le preparazioni di base per realizzare la pasta fresca autoprodotta senza alcun derivato animale. Il corso pratico e teorico permetterà a tutti i partecipanti di lavorare e utilizzare farine di grani antichi siciliani qualitativamente elevate.

CATANIA 24 NOVEMBRE: PSICOALIMENTAZIONE – NUTRIRE IL CORPO E LA MENTE

A Catania, il 24 novembre, in programma il primo livello del corso di psicoalimentazione, un seminario che aiuterà a superare i blocchi e le paure del cambiamento, insegnerà a nutrirsi in modo corretto ottenendo una forma fisica e mentale migliore. Una parte del corso sarà dedicata all’acquisizione di una tecnica psicoenergetica che sarà utile a liberarsi dalle dipendenze alimentari. Docente d’eccezione la dott.ssa Marilù Mengoni, psicologa e biologa nutrizionista di fama internazionale, che ha inventato il metodo psicoalimentazione ® e dalle 14.30 alle 19.30 tratterà diversi argomenti di grande interesse.

CATANIA 14 DICEMBRE: CORSO DI PANIFICAZIONE MODERNA
Torna a Catania una delle firme eccellenti del panorama internazionale, lo chef Martino Beria, che sarà il docente del corso di panificazione moderna. Il 14 dicembre lo chef presenterà in anteprima il suo nuovo libro dedicato alle tecniche di panificazione e approfondirà questo mondo magico e articolato, dalla teoria alla pratica. Ovviamente durante il corso saranno utilizzate farine di grani antichi siciliani prodotte da aziende conosciute e testate grazie alla collaborazione quadriennale con l’associazione Veg Sicilia. Il programma dello chef Beria spazierà dal lievito madre al suo rinfresco, da come farlo da zero a come conservarlo. Si parlerà di fermentazione in massa, di pieghe di rinforzo, di cestini di lievitazione
Per tutte le informazioni relative agli appuntamenti inviare una mail a corsi@vegsicilia.it