A Carini (PA) la III edizione de “La Notte delle Stelle”

367

Il Castello La Grua Talamanca apre le sue porte a un percorso sensoriale unico nel suo genere.
Partner dell’evento IoComproSiciliano, Made in Sicily e Orogastronomico.it

CARINI (PA) – Il Castello La Grua Talamanca di Carini apre le porte alle eccellenze enogastronomiche del territorio siciliano per dare vita a una serata unica: in vetrina la mandorla catanese di Laura Pino, i pistacchi di Agrigento di Kreadoc, i formaggi di Belmonte Mezzagno tra cui il pecorino di montagna selezionato da Pietro Pastoia di Sifor, il salame di suino nero dei Nebrodi dell’azienda Caputo, le nocciole e lo zafferano di De Agri Cultura, la ricotta fresca de La bottega dei sapori, il carpaccio di vitello di Francesco Balsamo. Ma anche il vino d’eccellenza prodotta ad Alcamo dall’azienda Elios.
Sul posto è stata realizzata in diretta una mega cassata siciliana dalla pasticceria Dolci Eventi e gli immancabili cannoli del caseificio Galati.
Produzioni a chilometro zero
Il progetto finanziato dall’assessorato all’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea si inserisce in perfetta coerenza nell’ambito della strategia di promozione e valorizzazione delle tipicità enogastronomiche.
Un luogo di incontro tra arte, cultura, artigianato locale fatto da piccoli imprenditori del settore agroalimentare che con le loro produzioni fanno l’eccellenza enogastronomica nel mondo.
Sono questi gli elementi del format di successo “La Notte delle Stelle” promosso da IoComproSiciliano, e giunto alla terza edizione.
IoComproSiciliano è il brand che si occupa di valorizzare le produzioni del territorio, con una presenza massiccia sui social.
“Le stelle – spiega Davide Morici, fondatore e voce pubblica di IoComproSiciliano – sono i produttori. Perché secondo noi la qualità di un prodotto e la sua bontà sono strettamente in relazione con le qualità anche uname di chi produce”.
Media partner Made in Sicily il magazine di IoComproSiciliano e Orogastronomico.it, la testata giornalistica.
Si punta a valorizzare le identità gastronomiche e le bellezze artistiche del territorio creando un caleidoscopio di saperi e sapori di grande pregio in un unico affascinante format che ha valorizzato insieme produzioni e territorio. L’obiettivo è stato quello di riscoprire la semplicità delle tradizioni attraverso odori, profumi, sapori e saperi della migliore cultura carinese e di tutta la Sicilia.
Grazie alla disponibilità dei produttori, si è valorizzata la ricchezza, la semplicità ma anche un modello di vita, salutare, genuino, sano.
“Carini è circondata da eccellenze nel mondo dell’enogastronomia – affermano il sindaco di Carini Giovì Monteleone e l’assessore Valeria Gambino, Politiche di genere e dell’infanzia, pubblica istruzione, turismo e spettacolo e promozione del territorio -. Ed è per questo che abbiamo voluto far conoscere, attraverso La Notte delle Stelle alcune di loro. Promuovere il territorio anche attraverso i nostri produttori è priorità rispetto a tutto”.
Un modo per provare a raccontare in maniera diversa e innovativa il cibo del territorio con una evidente contaminazione con le antiche tradizioni della cucina carinese e di tutto il territorio isolano.

AUTORERedazione
Articolo precedente“Attraverso il ricordo” di Vincenzo La Porta. Cena evento a le Fontanelle
Articolo successivoCome preparare un buon uovo in camicia? I consigli dello Chef De Pra