Famiglie Storiche, eventi 2023. Prima tappa a Cortina d’Ampezzo

503

Un 2023 ricco di eventi per le “Famiglie Storiche” – l’associazione nata nel 2009 e che oggi riunisce tredici storici produttori – che promuove il proprio Amarone come vino contemporaneo e il suo posizionamento fra i fine wine

Le Famiglie Storiche, l’associazione di 13 produttori di Amarone del Valpolicella nata nel 2009 e presieduta oggi da Pierangelo Tommasi, con i vicepresidenti Giuseppe Rizzardi e Luca Speri, inizia l’anno preparandosi a una serie di eventi per celebrare questo grande vino e per far conoscere all’Italia e al mondo l’importanza e l’unicità dell’Amarone.

«Sono onorato di presiedere un gruppo unito e coeso di stimati colleghi e amici, aziende storiche e custodi del proprio territorio, e proseguire il percorso iniziato 14 anni fa, con il progetto di testimoniare i valori che ci accomunano e quelli di una denominazione unica al mondo.» – dichiara il presidente Pierangelo Tommasi – «Quest’anno sarà ricco di attività, sia sul territorio italiano che all’estero, allo scopo di affermare l’Amarone delle Famiglie Storiche come un vino contemporaneo che può a tutti gli effetti essere incluso nella categoria dei fine wine internazionali».

Il primo appuntamento in programma è il 54° Raduno Invernale Notai d’Italia, che avrà luogo dal 9 al 12 febbraio a Cortina D’Ampezzo. Durante la prima serata saranno presentati e degustati i Tredici Amarone, una referenza per ogni cantina socia delle Famiglie Storiche.
A condurre la degustazione dei Tredici Amarone sarà Luca Nicolis, direttore dell’Antica Bottega del Vino, uno dei più antichi e prestigiosi locali storici in Italia oggi proprietà delle Famiglie Storiche. Il locale, risalente al Cinquecento, vanta una straordinaria proposta gastronomica e un’altrettanto varia e prestigiosa carta dei vini. «È per l’Antica Bottega del Vino un grande onore partecipare al 54° Raduno Invernale dei Notai d’Italia a Cortina d’Ampezzo il prossimo 9 febbraio. – dichiara Luca Nicolis. – Grazie a questo invito avremo la possibilità di intervenire facendo degustare i 13 Amarone dell’associazione e di portare un po’ di “veronesità” con il nostro risotto all’Amarone e qualche cicchetto veneto.»

Il calendario delle Famiglie Storiche, con l’obiettivo di creare sinergie e collaborazioni con il territorio, prevede una partnership con il Teatro Ristori, che dall’8 febbraio all’11 marzo 2023, a Verona, proporrà la prima edizione del Ristori Baroque Festival, dove la Musica Barocca diventa pop. Oltre un mese di appuntamenti tra concerti, proiezioni e altri eventi collaterali, allo scopo di riscoprire la contemporaneità della Musica Barocca che, secondo le parole del Presidente delle Famiglie Storiche “ben si abbina alla contemporaneità di un grande vino storico quale è l’Amarone, di cui siamo orgogliosi produttori, ambasciatori e custodi dei valori culturali che rappresenta”. La collaborazione continuerà anche durante l’estate con una serie di eventi presso le cantine degli associati.

Ad aprile, sarà la volta del Vinitaly; le “Famiglie Storiche” saranno presenti al salone internazionale del vino, che quest’anno si terrà da 2 al 5 aprile, proponendo nella giornata di martedì 4 aprile una masterclass sugli Amarone prodotti da vigneti singoli, proprio per evidenziare l’importanza che ricopre il territorio e la sua unicità nella produzione dei fine wine.

L’associazione rivolgerà, poi, la sua attenzione al pubblico d’Oltreoceano. Il mese di maggio prevede, infatti, tre masterclass in tre diverse città statunitensi: New York, Houston e Miami: una serie di appuntamenti volti a promuovere la filosofia delle Famiglie Storiche per un pubblico di operatori selezionati e giornalisti.

La stagione autunnale concluderà gli eventi in programma con un incoming dedicato al settore dell’horeca: un’occasione per fare rete con un canale importante e, soprattutto, il veicolo fondamentale per l’educazione e la comunicazione dell’Amarone e della Valpolicella.

Famiglie Storiche
Famiglie Storiche è l’Associazione nata nel giugno del 2009 dall’unione di 10 storiche cantine della Valpolicella, che oggi conta 13 soci, tutte prestigiose aziende vitivinicole da generazioni testimoni attivi e ambasciatori dell’Amarone: Allegrini, Begali, Brigaldara, Guerrieri Rizzardi, Masi, Musella, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant’Antonio, Tommasi, Torre D’Orti, Venturini e Zenato.
Le Famiglie, che insieme mettono a frutto un patrimonio consolidato da ciascuna nel tempo e un impegno costante verso la qualità per testimoniare questo grande vino che è l’Amarone, fondano tutte le proprie radici nei valori di storicità e artigianalità, espresse in ogni accezione.
Le “Famiglie Storiche” rappresentano:
Storia: appartengono alla realtà della Valpolicella da moltissimi anni e ne sono profondamente radicate.
Passione: prima di essere viticoltori sono custodi del territorio.
Progetto: nascono con lo scopo preciso di testimoniare i valori di un territorio e di una denominazione unici al mondo.

AUTORERedazione
Articolo precedenteAndrea Terraneo riconfermato alla guida di “Vinarius”
Articolo successivoIl Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell’Ossola alla BIT di Milano