EmergenteChef: Daniele Rebosio tra i 4 migliori giovani del Nord Italia

312

Il suo talento ha superato la Selezione Nord dell’Edizione 2024 del premio fondato da Luigi Cremona che annuncerà il vincitore nei primi mesi dell’anno nuovo

Robecco sul Naviglio (MI) – Il 5 luglio scorso si è conclusa la Selezione Nord di EmergenteChef, primo dei tre eventi che andranno a decretare il vincitore dell’Edizione 2024. La manifestazione è terminata con la scelta dei quattro migliori chef partecipanti alla categoria. Con grandissima gioia ed emozione Daniele Rebosio, chef di Hostaria Ducale, ha superato la competizione, accedendo alla fase successiva.

Come gli altri cuochi, Rebosio si è presentato con due piatti ove erano previsti ingredienti obbligatori a scelta tra formaggi e tagli di carne delle aziende sponsor dell’evento: Brazzale e Querceta. In virtù di una filosofia zero sprechi che esalta gli ingredienti poveri e di scarto, Rebosio ha optato per mascarpone e animelle di bovino con cui ha preparato rispettivamente il dolce Miele, Arachidi e Timo Limone e il secondo Animella di bovino, salsa teriyaki e cicala di mare. E proprio le sue preparazioni gli hanno permesso di conquistare la fase successiva del premio.
Gli chef sono stati valutati da una giuria formata da esperti del settore, professionisti e giornalisti, tra cui lo stesso Luigi Cremona. Le premiazioni si sono svolte nella giornata di ieri e hanno decretato, oltre alla vittoria di Daniele Rebosio, quella di Greta Anderlini, Andrea Pasca e Matthias Kirchler.

Sfondo della competizione, Villa Terzaghi a Robecco sul Naviglio, sede istituzionale dell’Associazione Maestro Martino di cui Carlo Cracco è socio fondatore e Presidente.

Visibilmente emozionato, lo chef si è detto entusiasta per la vittoria e desideroso di partecipare alla finale del prestigioso evento: “Oltre ad essere stata una bellissima esperienza, è davvero un onore poter aspirare alla vittoria. Per me ciò rappresenta una conferma circa la filosofia di cucina che sto maturando negli ultimi anni e il fatto che sia apprezzata anche da professionisti di un certo rango, non può che riempirmi di orgoglio. Ringrazio tutti coloro che mi stanno accanto e che mi hanno permesso di arrivare fino a qui: spero di poterli rendere sempre più fieri”.

Il riconoscimento a Daniele Rebosio segna un ulteriore passo lungo il promettente percorso del talentuoso chef. Nella sua breve ma intensa carriera, Rebosio si è infatti fatto strada nelle migliori cucine internazionali ed italiane. Dopo l’istituto alberghiero, si è trasferito a Londra ai fornelli del Macellaio RC, proseguendo poi al Belmond Hotel Splendide all’Aman di Venezia sotto la guida di Davide Oldani. Ha continuato nelle cucine creative de ElBulli di Ferran Adrià dal 2017, collaborando anche alla stesura del volume “Bullipedia”, compendio sul mondo delle bevande. Prima di fare ritorno nella sua Liguria, si è trasferito a Parigi dove entra in contatto con Frédéric Robert e Alain Ducasse. A Genova dapprima è diventato executive chef del ristorante all’interno del Mog, per poi approdare a Hostaria Ducale nel 2021: qui la sua fama continua ad aumentare, insieme ai vari riconoscimenti ottenuti. Ogni suo piatto concilia materie prime ed elementi del territorio ligure con una visione creativa ricca di contaminazioni internazionali. Le preparazioni sono votate all’essenzialità, gli ingredienti sono ridotti al minimo ed esaltati usando tagli e cotture che permettono la loro massima espressione. Ciò si rispecchia anche nei piatti presentati ad EmergenteChef.

Rebosio è l’unico chef ligure ad accedere alla fase successiva: l’orgoglio per le proprie origini e per la sua terra si riflettono nella sua idea di cucina, volta ad esaltare le eccellenze di una regione che conserva un patrimonio enogastronomico straordinario. A dimostrazione di ciò, Hostaria Ducale è annoverata tra i ristoranti di TavoleDOC Liguria, guida ormai alla quarta edizione che nasce per riunire e mostrare al grande pubblico la ricca ristorazione regionale. Riconosciuta da GIST Travel Food come “miglior pubblicazione di turismo enogastronomico”, è un prezioso strumento per tutti coloro che hanno interesse nell’approfondire uno scenario sorprendente e in costante evoluzione.

Dopo le giornate del 4 e 5 luglio a Villa Terzaghi, si è in attesa della Selezione Centrosud che si svolgerà il 3 e 4 ottobre presso l’Università dei Sapori di Perugia. Gli otto finalisti si sfideranno a inizio 2024 presso ALMA, scuola di cucina alla Reggia di Colorno. La manifestazione premia il merito e i giovani talenti, motivo per cui vi possono accedere unicamente cuochi under 30, scelti con cura da Luigi Cremona, creatore del contest nato nel 2006, con l’intento di valorizzare le eccellenze italiane ai fornelli e di promuoverle nel panorama contemporaneo. Obiettivo fino ad ora più che raggiunto, dato che nel corso degli anni più di cento tra i suoi partecipanti sono stati insigniti con il prezioso riconoscimento della stella Michelin.

(CREDITI FOTO: PAOLO PICCIOTTO).

AUTORERedazione
Articolo precedenteVino: DOC Maremma Toscana in controtendenza
Articolo successivoAeroporto di Trapani: a giugno 141.000 passeggeri e aeromobili pieni