2024: il Consorzio Lugana DOC punta all’estero

113

Il Consorzio sarà protagonista di masterclass, incontri con il trade e fiere internazionali. Nel mirino importatori e sommelier

Peschiera del Garda – Tantissimi appuntamenti nel calendario del Consorzio tutela Lugana, un vino che continua ad affermarsi, anno dopo anno, come uno dei bianchi italiani più apprezzati in tutto il mondo, anche grazie a un trend di mercato sempre più favorevole.

Il Lugana DOC è una denominazione con forte vocazione internazionale grazie al suo carattere fresco, la piacevole sapidità e la grande versatilità dei suoi stili nell’abbinamento. Queste caratteristiche hanno fatto sì che le esportazioni conquistassero un ruolo fondamentale nella bilancia commerciale delle aziende. Basti pensare che il 60% della produzione viene venduta in oltre 65 Paesi nel mondo, con forte presenza nel mercato europeo.

Per questo motivo il Consorzio ha deciso anche per il 2024 di continuare una serie di azioni promozionali in alcuni mercati d’elezione come la Germania (primo mercato di destinazione) e la Gran Bretagna.

Si parte il 23 febbraio con un Trade tasting lunch a Londra, presso il ristorante Bancone Borough Yards, rivolto ai maggiori operatori del vino della metropoli. L’obiettivo è di incrementare la presenza sulle carte vini da un lato e dare visibilità ai produttori non ancora distribuiti, introducendoli a piccoli o medi importatori.

L’impegno nel mercato britannico non finisce qui, infatti ritorna Lugana On Tour UK, in collaborazione con la F&BMA . Questo percorso che toccherà tre città strategiche, (Londra, Manchester e Birmingham), è stato studiato per avvicinare operatori B2B, Horeca e stampa al mondo Lugana, per conoscerlo e per poi portarlo nelle tavole degli inglesi. Primo appuntamento martedì 19 marzo a Londra, per poi seguire a Manchester il 18 giugno e infine il 17 settembre a Birmingham.

Successivamente si ritorna sul continente e il tour continua in Germania dove, in collaborazione con la rivista Vinum, si terranno ben 4 eventi in 3 diverse città. Si parte il 26 febbraio a Monaco, per poi spostarsi a Eurovino dal 3 al 4 marzo, nuova fiera B2B a Karlsuhe dedicata all’area DACH e Nord Europa e infine Prowein a Dusseldorf, per lo storico appuntamento con la fiera tedesca d’eccellenza per il mondo del vino.

Tutte le masterclass saranno condotte da Claudia Stern e in ciascuna verranno esaltate la versatilità e le caratteristiche intrinseche del Lugana, soffermandosi in particolar modo sul Metodo Classico e la Riserva e parlando degli enormi passi avanti fatti dalla denominazione in tema di sostenibilità. A Prowein infine non mancheranno sicuramente gli assaggi in anteprima dell’annata 2023.

Questo periodo dell’anno è per noi strategico – spiega Edoardo Peduto, direttore della DOC Lugana – Soprattutto per quanto riguarda i vini bianchi, questo è il momento per i buyer di effettuare gli acquisti in vista del periodo estivo. Per noi è quindi fondamentale intensificare lo sforzo promozionale nei primi mesi dell’anno, per dare molteplici opportunità ai nostri produttori di visibilità, con eventi di grande qualità e un pubblico di operatori del settore attentamente selezionato.”

AUTORERedazione
Articolo precedenteConsorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato: 2024 ricco di eventi
Articolo successivoL’Etna tra cibo e vino protagonista da Ambrosia