Brindare all’estate coi vini di Monteverro. Ecco Chardonnay e Tinata

229

Un bianco raffinato e un rosso sensuale – con bottiglie numerate e proftag per l’autenticazione – vini esclusivi per brindare
nelle serate estive

Voglia d’estate, di lasciarsi andare, di sognare sotto le stelle, su un prato o in riva al mare? Il “complice” perfetto è un buon calice di vino, per brindare nelle sere afose, alle vacanze o a un nuovo amore. Per l’estate 2023, Monteverro – cantina gioiello di Capalbio, una cinquantina di ettari in perfetta armonia con il territorio, quella Maremma del sud che parla un lessico autentico, diretto e affascinante – propone due sue etichette top: lo Chardonnay – un bianco in terra di rossi capace di soddisfare in desiderio di freschezza e leggerezza, con un occhio di riguardo alla fresca acidità – insolita per i vini toscani – e alla sapidità. Le sfumature oro lo rendono cromaticamente affine ai tramonti estivi, al naso regala inebrianti profumi di frutta a pasta gialla, al sorso si rivela rotondo e aromatico, con note di pera, frutti bianchi, pompelmo, limone e marzapane: un’etichetta sorprendente che rispecchia appieno i valori della proprietà, l’amore per il territorio e la costante ricerca dell’eccellenza.

E per chi preferisce il rosso? Al bando i pregiudizi che escludono i vini rossi nel periodo estivo. Nessuna contraddizione: un buon rosso non può mai essere la scelta sbagliata. Quando in riva al mare o sul lago, la brezza si alza, quando al menù di pesce si preferisce quello di carne, quando semplicemente al bianco si preferisce il rosso, la scelta è il Tinata di Monteverro, annata 2019 una carezza la naso e al palato. Raffinato, sensuale, morbido, un rosso di razza che regala armonie uniche al naso e al palato: 70% Syrah e 30% Grenache, due vitigni internazionali, un mix di vigore – il primo – e freschezza – il secondo -, che qui si vestono dello spirito maremmano e regalano spiccate note aromatiche, ma molto equilibrate. È facile intercettare i tipici aromi di lavanda, rosmarino e timo. È un vino complesso e di grande profondità aromatica un’assoluta rarità nella produzione vinicola toscana.

Le atmosfere estive, le cicale che friniscono, il caldo sulla pelle, la voglia di evadere e un buon bicchiere di vino: niente di meglio per accogliere la bella stagione!