Aci Trezza (CT): aperitivo solidale per il recupero delle tartarughe marine

309

Questa sera, giovedì 13 luglio, alle 19:00, un aperitivo solidale, al Cafe De Mar di Acitrezza, per portare avanti il progetto del Fondo Siciliano per la Natura di un Centro Recupero Tartarughe Marine nel cuore di Aci Castello. L’unico centro per l’intera Sicilia Orientale.

Il Fondo Siciliano per la Natura – SWF Onlus, nato nel 1987 e presieduto oggi dal medico veterinario Luigi Calabrese, da sempre si occupa, grazie ai volontari dell’Associazione ed al supporto di Medici Veterinari pubblici e privati, del recupero di specie animali e del loro conseguente reinserimento nell’ambiente di appartenenza al termine del relativo percorso di recupero. L’Associazione si occupa, inoltre, di campagne di educazione ambientale nelle scuole e programmi di collaborazione con le Università di Catania e Messina.

Uno dei progetti più ambiziosi che si sta accingendo a portare avanti è la realizzazione di un Centro Recupero Tartarughe Marine, in locali resi disponibili dal Comune di Aci Castello (come da contratto firmato in data 08/07/2022). Il Comune, in quanto ente del terzo settore, assicura spazi, promozione e patrocinio. Ciò si è reso possibile in seguito all’aggiudicazione di un bando pubblico INVITALIA – Cultura Crea che consente l’acquisto di attrezzature e strumentario. Invece opere murarie, di impiantistica e di adeguamento dell’immobile alle esigenze del progetto sono a totale carico dell’Associazione. Ecco perché il Fondo Siciliano per la Natura, già dall’anno scorso, si muove per raccogliere donazioni al fine di poter completare quello che diventerebbe il primo ed unico Ospedale delle Tartarughe Marine della Sicilia Orientale. Un grande progetto, considerato che, al momento, esiste solo un centro di recupero tartarughe marine in Sicilia e si trova sull’isola di Favignana.

Il progetto per la realizzazione del Centro di Recupero Tartarughe Marine, che verrà collocato, come detto, nei locali dell’ex Biblioteca Comunale di Aci Castello, si prefigge il recupero in mare delle numerose Tartarughe Marine vittime di incidenti causati in massima parte da :
• strumenti di pesca (ami e reti);
• ingestione di oggetti di plastica e microplastiche;
• sostanze tossiche;
• eliche dei natanti.
Le coste della Sicilia Orientale sono frequentate da tartarughe caretta caretta ed altre specie affini che percorrono il Mediterraneo, secondo regolari flussi di migrazione, e sostano lungo le nostre spiagge per la deposizione delle uova.

Per tale motivo, l’Associazione ha proposto all’Amministrazione comunale di Aci Castello di allocare il Centro Recupero Tartarughe Marine all’interno della ex Biblioteca Comunale, proprio sulla scogliera, in prossimità del porto di questo centro marinaro, ricco di storia e di opportunità legate alla tutela della biodiversità che, partendo proprio dal mare, si estende all’intera Biosfera.

Le fasi attuative del progetto prevedono ampia diffusione dei risultati a docenti e studenti delle scuole di ogni ordine e grado e delle Università di Catania e Messina.
L’anno scorso il noto locale catanese Scirocco ha lanciato una campagna volta alla sensibilizzazione sul tema della plastica. Ha aumentato di un euro gli scontrini sopra i dieci euro, devolvendo una parte del ricavato al Fondo Siciliano per la Natura (SWF onlus). Quest’anno sono già diverse le iniziative benefiche che sono state organizzate. La prossima è quella di giovedì 13 luglio. L’appuntamento è al Cafe de Mar di Acitrezza, alle 19:00, con l’aperitivo benefico in favore del Centro Recupero Tartarughe Marine di Aci Castello.

Il ticket di 25 euro a persona comprende: l’aperitivo servito al tavolo, una proiezione realizzata dagli studenti del Liceo Scientifico “Archimede” di Acireale, video che il 20 luglio sarà presentato a San Vito Lo Capo, ed intrattenimento musicale con musica latina di PANDI (chitarra e voce), accompagnato dal percussionista cubano Miguel Despaiñe.

“Nei mesi scorsi abbiamo lanciato una prima campagna di crowdfunding con Laboriusa, la cui amministratrice è Assia La Rosa. – dichiara il Presidente del Fondo Siciliano per la Natura, Luigi Calabrese –
L’obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini alla solidarietà. Iniziative come questa programmata il 13 luglio al Cafe De Mar di Acitrezza, con un aperitivo e la musica dal vivo del Maestro Spagna, hanno lo scopo di allargare la rete dei nostri sostenitori ai quali ‘affidiamo’ la sostenibilità e la fattibilità dei nostri progetti.”

Una bella serata estiva fronte mare con musica, momenti di confronto e degustazioni, a sostegno di un’importante causa benefica.
Vi aspettiamo!

Per info e prenotazioni: 3481226727

AUTORERedazione
Articolo precedenteOltrepò, Terra di Pinot Nero: un territorio, un vitigno, due eccellenze, III edizione
Articolo successivoFrumento è la migliore pizzeria di Sicilia per 50 Top Pizza