Artisans of Taste 2023: Marco Giovani vince la III edizione

255

Dopo essersi aggiudicato il gradino più alto del podio, Marco Giovani si prepara a vivere il viaggio di formazione ad Atene

Marco Giovani vince la terza edizione di Artisans of Taste 2023, la gara di bartending promossa da Rum Diplomático, con il cocktail Dai-qui-si, la rivisitazione della ricetta Tramonti già vincitrice della semifinale di Milano dello scorso 19 giugno. Drink fresco capace di bilanciare le note citriche con i sentori floreali e fruttati, questa ricetta no waste valorizza ogni componente dell’uva, protagonista nel bicchiere, dall’acino alla buccia. Un cocktail che è anche un viaggio nel tempo, nelle tradizioni e nella storia familiare del vincitore.

Emozionato per la vittoria, Marco Giovani commenta: “Penso all’innegabile amore per la tradizione, alla passione che lega il lavoro alla vita quotidiana di tutti i giorni. Riuscire a farne un valore assoluto è di per sé fondamentale. Da qui la decisione di ripartire dal valore assoluto: la famiglia”.

La finale, andata in scena il 19 Settembre presso Anthill a Napoli, ha visto sfidarsi i quattro semifinalisti vincitori delle tappe andate in scena lungo tutta la penisola: Giovanni Fedele del Caffè del Mare, Taranto favorito a Trani; Samuele Verri del Disco, Reggio Emilia vincitore della tappa di Venezia; Marco Giovani dell’Eclettica Cocktail Lab, La Spezia che ha trionfato a Milano; e Edoardo Cipriani del The Soda Jerk, Verona che ha conquistato la semifinale di Napoli.
A giudicare il poker di finalisti, i quattro bar manager dei locali ospitanti le semifinali – Cosimo Nucera, DaV Milano By Da Vittorio; Lorenzo Di Cola, Experimental Cocktail Club; Anna Garuti, Anthill; Andrea Malcangio, Ognissantino -; Francesco Serra, Brand Ambassador Rum Diplomático; Giovanni Ceccarelli, Cocktail Engineering e Alessandra Tibollo, giornalista freelance food and beverage.

Grazie alla vittoria, Marco Giovani ha staccato un biglietto per Atene, dove lo aspetta una guest e un percorso di formazione sui temi della sostenibilità e del supporto al territorio e alle comunità locali presso Line Athens, No 31 World’s 50 Best Bars 2022. La filosofia del locale, nato dall’incontro tra Vasilis Kyritsis e Nikos Bakoulis, cofondatori del The Clumsies di Atene – No 19 World’s 50 Best Bars 2022 -, e di Dimitris Dafopoulos, cofondatore di Three Cents, oltrepassa le regole e i confini della mixology tradizionale e si incentra su una visione comune della sostenibilità, dai prodotti ai processi fino alle persone.

Diventato ormai appuntamento fisso per i bartender professionisti che amano le sfide, Rum Diplomático si prepara già per la quarta edizione di Artisans of Taste, prevista per il 2024.

About Artisans of Taste by Rum Diplomático
Artisans of Taste è la gara di bartending promossa da Rum Diplomático che vede sfidarsi i migliori mixologist di tutta Italia mettendo alla prova non solo la loro creatività ma anche la loro capacità di applicare pratiche virtuose e sostenibili in linea con la filosofia Distilled Consciously del brand.
Quest’anno i concorrenti sono stati chiamati a presentare due ricette inedite – entrambe ispirate ai pilastri del brand quali l’utilizzo di ingredienti homemade, la filosofia sostenibile e il supporto alle comunità locali -, che hanno visto protagonista una delle referenze della gamma Tradition Range di Rum Diplomático.
Durante le semifinali i partecipanti hanno presentato un cocktail utilizzando ingredienti freschi e stagionali; gli stessi sono stati sostituiti da una loro interpretazione conservata – attraverso processi come la fermentazione, la disidratazione, la polverizzazione – per la sfida finale.

La ricetta di Dai-qui-si
• 5 cl Diplomatico Planas
• 3 cl Uva Acerba
• 2 cl Glucosio d’uva
• 2 dash of Bitter d’acini
• Polvere d’ortica

Metodo: Stir and Strain
Garnish: Foglia di limone

AUTORERedazione
Articolo precedenteA Mazzarrone il “Panettone con Uva Passa Summer Festival”
Articolo successivoLa nuova edizione di TEN – TERRASINI EVENT NIGHT