Champagne Experience: VII edizione a Modena il 20 e 21 ottobre

63

Sul sito della manifestazione disponibili in esclusiva gli abbonamenti e i biglietti giornalieri

MODENA – Champagne Experience, il più importante e completo appuntamento in Europa dedicato alle famose bollicine francesi, celebrerà la sua VII edizione il 20 e 21 ottobre nei consueti spazi di ModenaFiere. L’evento è organizzato da Società Italiana Distributori e Importatori Excellence srl, realtà che riunisce ventuno tra i maggiori importatori e distributori italiani di vini e distillati d’eccellenza.

Per due giorni, un numero molto rappresentativo di aziende provenienti dalla Champagne, composto da storiche Maison e piccoli vigneron, metteranno in degustazione tutte le ultime novità e gli ultimi millesimi a disposizione per i tanti professionisti del settore Ho.Re.Ca. che ormai si danno appuntamento a Modena per avere una fotografia aggiornata e completa dei vini prodotti in questa iconica regione francese, sempre più centrale e distintiva per gli assortimenti delle enoteche e le carte dei vini della ristorazione italiana.

Champagne Experience: i numeri dell’evento e il programma delle masterclass

“L’ultima edizione ha confermato il successo della manifestazione, con oltre 6000 accessi registrati nel corso della due giorni. Questo ci dà l’entusiasmo per migliorare ancora di più un format che va perfettamente incontro alle esigenze dei visitatori professionali” commenta Luca Cuzziol, presidente di SIDI. “L’aspetto che più ci gratifica è la qualità complessiva che ogni anno riusciamo a mettere in campo dando l’opportunità di scoprire e approfondire la conoscenza delle bollicine d’oltralpe sia ai professionisti che al grande pubblico degli appassionati”.

Per l’edizione 2024 di Champagne Experience potranno essere degustati oltre 900 champagne, che saranno come sempre suddivisi in base alla loro appartenenza geografica, corrispondente alle diverse zone di produzione della Champagne: Montagne de Reims, Vallée de la Marne, Côte des Blancs e Aube, oltre alle maison classiche riunite in una specifica area. L’obiettivo rimane quello di offrire un’esperienza sensoriale coinvolgente all’interno di uno scenario utile, chiaro e ben organizzato negli oltre cinquemila metri quadrati del Padiglione A di ModenaFiere.

Durante la due giorni di Champagne Experience, inoltre, è previsto anche un programma di masterclass di alto livello, condotte da grandi professionisti del settore, che consentiranno di approfondire le peculiarità del terroir champenois. Si parte domenica 20 ottobre, dalle 12.30, con i primi quattro appuntamenti: “Da Chouilly a Mesnil-sur-Oger. Un viaggio in Côte des Blancs”, “Il buio oltre il perlage”, “Aube, Riceys e Montgueux. Da territori accessori e a veri protagonisti” e “Qualità tra piccole e grandi maison. Perché la qualità non dipende dalle dimensioni”. Lunedì 21 ottobre, invece, sono previsti due incontri, sempre a partire dalle 12:30: “Da Bouzy ad Ay. Un viaggio nella Montagne de Reims” e “Coteaux Champeois. Un’anima vivace della regione ma senza bollicine”.

AUTORERedazione
Articolo precedentePrimavera di vini e arte con Barbera d’Asti e Monferrato
Articolo successivoTrentino: ponti di primavera tra enogastronomia e natura