Primavera di vini e arte con Barbera d’Asti e Monferrato

82

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato invita appassionati e professionisti del settore a un’avventura primaverile nel cuore di uno dei territorio più belli d’Italia riconosciuto patrimonio UNESCO. Il viaggio inizia con un importante appuntamento previsto per fine marzo, conducendo al cuore della primavera con degustazioni e momenti di scoperta delle rinomate denominazioni tutelate dal Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato.

La prima tappa imperdibile di questo viaggio ideale sarà a Milano, all’Hotel Meliá, per il Golosaria Wine & Food Piemonte che si terrà il 25 marzo 2024. Un evento esclusivo quello previsto per l’edizione 2024 in quanto dedicato interamente al Piemonte durante il quale, dalle 10:30 alle 20:00, gli operatori presenti alla kermesse avranno modo di esplorare il meglio dei prodotti agroalimentari di maggior prestigio della regione. I visitatori potranno inoltre assaporare i vini del Consorzio attraverso la presenza di numerosi produttori del territorio, partecipare a tre masterclass dedicate – tra cui una alla Barbera d’Asti, una al Ruchè e una sui rossi del Monferrato – e scoprire l’abbinamento vino-cibo nell’elegante Area Lounge. “Per noi, Golosaria rappresenta un appuntamento imprescindibile – racconta Vitaliano Maccario Presidente del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato – che simboleggia e incarna la continuità della nostra collaborazione che rinnoviamo ogni anno con questa importante manifestazione. Questa edizione riveste per noi un interesse speciale, poiché offre una rappresentazione completa del nostro territorio, estendendone il fascino oltre i confini regionali. Questo resta sempre il nostro obiettivo: riuscire a portare l’essenza del nostro territorio e dei nostri vini in tutto il resto dell’Italia.”

Aprile aprirà invece le porte all’arte con la prima edizione dell’evento “Anteprima Ruchè: un incontro unico tra vino e arte” che si svolgerà il 9 aprile a Torino, presso lo Spazio Musa. Un’occasione unica che promette un’esperienza imperdibile per giornalisti e operatori del settore enogastronomico con l’obiettivo di scoprire l’essenza dell’ultima annata di Ruchè, tra degustazioni alla cieca e l’esplorazione di opere d’arte ispirate al vino. Momento centrale dell’evento sarà l’esecuzione in diretta di un’opera artistica ispirata al Ruchè, che si prefigge di diventare l’icona della celebrazione di maggio. Per aggiungere un tocco unico, caricaturisti talentuosi daranno vita alle loro creazioni usando il vino Ruchè come tela, regalando ai partecipanti un’esperienza memorabile. Inoltre, la collaborazione esclusiva con il consorzio del Gorgonzola arricchirà l’occasione, offrendo una selezione squisita che esalterà la prova dei vini.

Il mese si concluderà con un focus dedicata al vitigno Freisa. Il 22 aprile, infatti, grazie all’Associazione più Freisa, sarà organizzata presso la sede del Consorzio a Costigliole d’Asti, una masterclass tenuta dal giornalista Gianni Fabrizio dedicata ai professionisti Horeca e ai giornalisti. Precederà un tasting table durante il quale oltre venti produttori presenteranno i loro vini Freisa agli operatori del settore per far scoprire caratteristiche e peculiarità del pregiato vitigno piemontese. Sarà inoltre organizzato un banco di degustazione di annate vecchie al fine di analizzare l’evoluzione nel tempo del vitigno per scoprirne la potenzialità in termini di longevità.

AUTORERedazione
Articolo precedenteCantina Girlan è green: bottiglie più leggere e meno emissioni di CO2
Articolo successivoChampagne Experience: VII edizione a Modena il 20 e 21 ottobre