Parte oggi “Benvenuto Brunello”. Grande protagonista il 2019

205

MONTALCINO (SI) – Si accendono i riflettori sulla 32^ edizione di Benvenuto Brunello, l’anteprima dedicata al principe dei rossi toscani che, da oggi 17 fino al 27 novembre, porterà a Montalcino (SI) giornalisti, professionisti, esperti, buyer, estimatori e wine lover da tutta Italia e dai Paesi chiave della domanda di vino italiano nel mondo. Protagonisti, oltre al Rosso di Montalcino 2022, il Moscadello e il Sant’Antimo, la Riserva 2018 e, soprattutto, il Brunello 2019, bramato dalla critica e finalmente pronto per le prime degustazioni.

Con 119 cantine e 310 etichette in assaggio, al Chiostro Sant’Agostino del borgo medievale i primi a roteare saranno i calici degli oltre 100 giornalisti e critici italiani ed esteri selezionati per due giorni (17-18 novembre) di full immersion nei tasting. Il programma prosegue sabato 18 novembre (ore 11, teatro degli Astrusi) con la tavola rotonda su “Il vino e la sfida della sostenibilità: il futuro del vigneto Italia”, che dopo i saluti del sindaco di Montalcino, senatore Silvio Franceschelli e del presidente del Consorzio del vino Brunello di Montalcino, Fabrizio Bindocci, e il video intervento del ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida, vedrà intervenire il presidente Regione Toscana, Eugenio Giani; Simona Petrucci, senatrice membro dell’ottava commissione permanente (Ambiente, transizione ecologica, energia, lavori pubblici, comunicazioni, innovazione tecnologica); il direttore generale di Valoritalia Giuseppe Liberatore e Angelo Riccaboni, professore Ordinario di Economia aziendale dell’Università di Siena. Tra i momenti ormai irrinunciabili, poi, la presentazione dell’annata agronomica 2023, l’assegnazione del 32° premio Leccio d’Oro e, a seguire, la posa sulla costa del Municipio della tradizionale piastrella celebrativa dedicata alla vendemmia di quest’anno.

Si prosegue poi da domenica 19 al 22 novembre e dal 25 al 27 novembre con le giornate riservate agli operatori di settore, mentre il 20 novembre si danno appuntamento per valutare le nuove annate i 6 Master of Wine. Chiude il calendario in Italia il fine settimana dedicato ai wine lover (25-27 novembre), mentre si accendono le luci del Brunello Day (28 novembre) a New York, Dallas, Miami, Toronto, Vancouver, Zurigo, Shangai e Tokyo. L’evento internazionale in contemporanea, anticipato dalla tappa di Londra il 21 novembre, raddoppia quest’anno le città estere coinvolte.

AUTORERedazione
Articolo precedenteArriva l’etichetta unica per l’Olio di Calabria IGP
Articolo successivoCremosissimo Bergader ed il profumo pregiato dell’inverno