I vini dell’Alto Adige pronti per Prowein 2024

157

È una presenza storica quella del Consorzio Vini Alto Adige che conferma la sua partecipazione fin dalle prime edizioni della fiera

Assieme al Consorzio Vini Alto Adige (Padiglione 15 / Stand E71) ci sarà una collettiva di 37 produttori di vino altoatesini che si presenterà alla ProWein e altre aziende del territorio saranno presenti con postazioni proprie in diversi padiglioni. L’importante fiera internazionale del mondo del vino, quest’anno in programma dal 10 al 12 marzo, attende circa 6000 espositori provenienti da 60 nazioni diverse. Ma per i Vini Alto Adige quella di Düsseldorf non sarà una prima volta, piuttosto una conferma che si ripete dal 1995, ovvero dalla seconda edizione della manifestazione, che quest’anno festeggia i trent’anni.

“Abbiamo aderito alla fiera quando ancora era una scommessa” racconta Andreas Kofler, presidente del Consorzio Vini Alto Adige; “Nel tempo è diventata una conferma che si ripete ogni anno nel nostro calendario di eventi anche se gli scenari, lo sappiamo, sono in continua evoluzione. La Germania resta il primo mercato di esportazione per i nostri vini ed è quindi importante esserci a Düsseldorf per raccontare tutte le ultime novità. Il fatto di presentarci – agli operatori del settore – uniti, nello spazio dedicato all’Alto Adige, credo sia una scelta vincente per poter fare un migliore gioco di squadra.”

Sarà l’occasione per scoprire e conoscere una fotografia diversificata e completa della viticoltura altoatesina che comprende cantine, tenute vinicole e vignaioli indipendenti con i loro vini e le loro storie.

Diversi gli appuntamenti in calendario:
Domenica 10 marzo: i produttori altoatesini si racconteranno in occasione dell’evento per sommelier presso lo stand VDP Verband Deutscher Prädikats und Qualitätsweinguter (Padiglione 01/ Stand 100) dove si attendono entusiasmanti discussioni.

Lunedì 11 marzo: presso lo stand collettivo dei Vini Alto Adige, a partire dalle ore 18.00, si terrà un Get-Together all’insegna del motto “capolavori monumentali”. I produttori apriranno dei formati magnum delle loro etichette. La degustazione sarà accompagnata anche da una performance musicale.

AUTORERedazione
Articolo precedente“Io Compro Siciliano” e “Terra Verde” portano la Sicilia a Berlino
Articolo successivoAssovini Sicilia: 26 aziende dell’Isola alla ProWein 2024