“Io Compro Siciliano” e “Terra Verde” portano la Sicilia a Berlino

92

Io Compro Siciliano avvia la prima collaborazione all’estero con due corner di prodotti siciliani 100% garantiti dal brand del made in Sicily.

Si tratta dei due punti vendita Terra Verde che, nel centro di Berlino, offrono ad una selezionata clientela prodotti siciliani di elevata qualità. La formula di Terra verde, ideata da Nicolò Sparacino, vede trasformare, a partire dalle 18, il punto vendita in un ristorante di fascia alta, in cui, sotto la guida attenta di Thiago Valente, geniale Chef Italo-brasiliano, con esperienze stellate in tutta Europa, i prodotti siciliani di qualità eccelsa sono proposti in menù gourmet.

Terra Verde si trova nel quartiere Schöneberg, noto per essere il quartiere culturale e degli artisti. Non è difficile, pertanto, imbattersi nel locale di Sparacino in attori, artisti, musicisti fotografi attratti dall’eccellente qualità dei prodotti e dalle doti di accoglienza tutte siciliane del proprietario arrivato quasi venti anni fa da Ribera.

L’avvio di questa collaborazione è segnata il 7 marzo. Per l’occasione, in questa giornata, lo chef Thiago darà prova della sua abilità culinaria valorizzando una selezione di prodotti made in Sicily.
“Il nostro – spiega Davide Morici di ‘Io Compro Siciliano’, è un modello che punta ad azioni congiunte da player che aggrediscono in modo differente lo stesso mercato. Il made in Sicily vince se raccontiamo l’insieme della nostra produzione. E questo primo esperimento su Berlino, che sarà, presto, duplicato in Olanda, è la prova che la Sicilia vince se cammina unita”.

“Tutto parte dal vino – spiega Morici – e dall’esigenza che abbiamo rilevato nei punti vendita di Nicolò di una tipologia diversa rispetto a quelli già presenti sul mercato tedesco. Anche in Germania, infatti, il vino è importantissimo per definire e completare la qualità di un pasto”.

Le cinque portate del menu saranno accompagnate dai vini della Cantina di Bella, nota per l’attività di riqualificazione del Cataratto, che proporrà al mercato tedesco la linea Esperides, e la linea Valle Jato, privilegiando i vitigni locali quali Nero d’Avola, Cataratto e Grillo. Abbiamo deciso di sostenere – spiega Sebastiano di Bella, proprietario della Cantina Di Bella, ed il principale animatore trai produttori di questa iniziativa – l’attività di Terra Verde, con i nostri vini e supportandolo nella comunicazione aziendale, perché io credo che sia importante alimentare rapporti stretti con punti vendita che in Europa che hanno desiderio di raccontare e mostrare il meglio della nostra Sicilia. Il vino tra tutti i prodotti agroalimentari è quello più votato al racconto del territorio. Siamo in prima linea pertanto se si tratta di raccontare la Sicilia.

Al centro del menu, la Carne Siciliana della OP Carni di Sicilia, che aderisce al “Sistema Qualità Nazionale Zootecnia – SQNZ. “Una iniziativa – spiega Marco Mocciaro, il presidente- nella quale crediamo fortemente perché i tedeschi amano i prodotti di qualità e la Sicilia. Siamo certi che il nostro marchio di qualità, che garantisce un prodotto allevato all’aperto e senza uso di alimenti o medicinali tossici, riscontrerà l’interesse dei tedeschi così come trova sempre più riscontro nel nostro territorio”.

I vini accompagneranno anche il pecorino Montanaro, un prodotto di eccellenza distribuito da Sifor. “Un prodotto praticamente introvabile in Sicilia in quanto quasi tutto esportato, – spiega Pietro Pastoia, amministratore dell’azienda, – la domanda estera di questo prodotto è superiore alla capacità produttiva”

Saranno presentate anche Olive Nocellara del Belice ed Olio Nocellara del Belice, della Cooperativa Sicily Food Belice Valley. La cooperativa è nata lo scorso anno e sta aggregando il meglio della produzione agricola di questa preziosa varietà con 30 produttori che rappresentano oggi circa 250 ettari coltivati con la preziosa cultivar.

Presente anche la birra Semedorato, l’unica birra siciliana prodotta da orzo siciliano che sarà offerta durante l’aperitivo di presentazione del progetto sia nella varietà Premium che in quella Rossa. Sulla quale, visti i consumi e l’attenzione per la birra da parte del pubblico tedesco, c’è grande interesse.

In una tavola che rappresenti al meglio la Sicilia non può mancare, inoltre, la pasta artigianale trafilata al bronzo, saranno presentate al pubblico tedesco le busiate al nero di seppia e quelle al pistacchio del pastificio Buffa di Castellammare del Golfo.

E, per concludere, una delle grandi eccellenze siciliane, il caffe Jonia, la storica azienda etnea, sempre più presente sui mercati internazionali, che proprio in Germania ha una solidissima presenza.

AUTORERedazione
Articolo precedente8 Marzo di solidarietà alla Trattoria La Carrubba per “Pink Project”
Articolo successivoI vini dell’Alto Adige pronti per Prowein 2024