La lunga estate della Valle d’Aosta tra sport, cucina e natura

58

AOSTA – Si può amare una regione con tutte le proprie forze? La risposta la si può dare dopo aver visitato la Valle d’Aosta. Nella regione italiana più piccola si concentrano tante emozioni e tante esperienze, che con la bella stagione si esaltano. L’importante è non limitarsi al solo concetto di montagna, perché a queste latitudini si può esplorare, vivere e rilassarsi. D’estate i colori risultano brillanti e i profumi intensi, i paesaggi regalano emozioni mozzafiato e la natura è generosa: sono questi alcuni degli elementi che fanno da cornice alla Valle d’Aosta.
Una lunga stagione, che inizia a giugno, per chiudersi a ottobre, quando i colori dell’autunno impongono il cambio stagionale. Tra sport, cultura ed eventi la Valle d’Aosta propone un’estate ricca di spunti e di interessanti attività.

Oltre che per gli amanti della natura, della cultura e dell’enogastronomia, la Valle d’Aosta d’estate è anche una meta ideale per le famiglie: sicura, bella, con piccoli paesi immersi nella pace dei parchi naturali e tante attività per rigenerare i grandi ed entusiasmare bambini e ragazzi, di ogni età e durante tutto l’anno. Dalle esperienze più attive e dinamiche, tra parchi avventura e sport all’aperto, a quelle didattiche nei musei, nelle fattorie, in miniera per scoprire le tradizioni, apprezzare la natura, rispettare l’ambiente e, persino, osservare il cielo all’Osservatorio Astronomico.

Secondo l’Assessore ai beni culturali, turismo, sport e commercio della Valle d’Aosta, Jean-Pierre Guichardaz, la prossima estate si preannuncia vivace, caratterizzata da un’ampia varietà di proposte, pensate per target diversi, dalle famiglie ai giovani, dagli sportivi agli appassionati del buon cibo, a chi cerca il vero relax. Le bellezze naturalistiche della Valle d’Aosta faranno da cornice a numerosi eventi, culturali, sportivi, musicali ed enogastronomici, che valorizzeranno le tante eccellenze del territorio. L’obiettivo è quello di proporre ai visitatori vacanze di qualità, che garantiscano il rispetto dell’ambiente, contribuendo allo sviluppo delle comunità locali.

SPORT
Quando si dice che la Valle d’Aosta non è solo montagna è perché non ci sono solo sport di montagna. La regione primeggia per l’estrema varietà di discipline sportive praticabili ed è la destinazione perfetta per chiunque intenda cimentarsi in un contesto incantevole, sia che si preferiscano attività più soft, sia che si opti per esperienze più adrenaliniche. Dagli oltre 5.000 km di sentieri ai 1.000 km di tracciati, sterrati o sentieri, e diversi bike park adatti alle escursioni in bicicletta, per gli appassionati di ciclismo su strada o di mountain bike, con pendii verticali strepitosi per downhill, freeride o cross country.

Molteplici sono, inoltre, le possibilità di sport nelle acque che attraversano la regione: rafting, canoa canadese e kayak fluviale, ma anche canyoning, ovvero l’alpinismo praticato nei torrenti. Tutte esperienze emozionanti, da farsi in autonomia o accompagnati da guide esperte. Per i più pazienti non manca ovviamente la pesca sportiva.

Ovviamente l’alpinismo occupa il posto d’onore. In primo piano i Giganti delle Alpi: il Monte Bianco, il Monte Cervino, il Monte Rosa e il Gran Paradiso. Oltre agli itinerari alpinistici (preferibilmente accompagnati da una guida alpina e con una giusta esperienza) ci sono le palestre di roccia naturale, le vie ferrate, ma anche le pareti artificiali per iniziare a praticare uno sport “in verticale”.
E per chi non vuole perdere l’ebbrezza di raggiungere la vetta, ma desidera farlo in comodità, l’ingegneristica funivia Skyway del Monte Bianco offre un’esperienza davvero coinvolgente, partendo dai 1.300 metri di Courmayeur e raggiungendo i 3.466 metri di Punta Helbronner.

Per coloro che lo sport preferiscono guardarlo, il 22 maggio sbarca in Valle il Giro d’Italia con una tappa che parte dal Piemonte e arriva a Cogne, al cospetto del Gran Paradiso, dopo 177 chilometri e 4.030 metri di dislivello positivo, con salite molto lunghe.

CULTURA ED EVENTI
Si può declinare in molti modi la cultura in Valle d’Aosta. Da non perdere sono i numerosi eventi che si svolgono nell’estate valdostana: dalle mostre nei musei e castelli agli appuntamenti musicali en plein air, alle rassegne cinematografiche.

Tra i numerosi castelli che offre la Valle d’Aosta è imprescindibile una visita al fiabesco Castello di Aymavilles, che il 14 maggio riaprirà al pubblico dopo un importante intervento di recupero.

I castelli e i borghi valdostani sono protagonisti di numerosi itinerari culturali, il più famoso di tutti è sicuramente il Cammino Balteo, un itinerario escursionistico ad anello lungo quasi 350 chilometri, che collega oltre quaranta comuni a media e bassa quota, offrendo un viaggio nella cultura e nella storia, tra antichi borghi, imponenti castelli, rigogliosi, boschi, tranquilli pascoli e ordinati orti e vigneti.

Al Forte di Bard – uno dei migliori esempi di fortezza di sbarramento del primo Ottocento, arroccato su una parete rocciosa a picco sulla Dora Baltea – fino al prossimo 22 dicembre sarà possibile visitare la mostra Umberto Mònterin, di ghiaccio di sabbia, dedicata agli studi sulla montagna e ai ghiacciai di Umberto Mònterin, uno dei pionieri della climatologia in Italia.

E per gli appassionati di musica, un po’ di tutti i generi, per il quinto anno gli scenari alpini della Valle d’Aosta diventano il palco per la rassegna Musicastelle Outdoor, sette concerti tra le montagne con accesso gratuito (con priorità per chi prenoterà un soggiorno in Valle tramite il portale bookingvalledaosta.it). Tra i concerti già confermati: si parte il 18 giugno con Carmen Consoli a La Salle, il 26 giugno con Fulminacci a Courmayeur. Si prosegue con La Rappresentante di Lista il 2 luglio ad Allein, con Mannarino il 9 luglio a La Magdeleine e poi il 10 settembre a Montjovet – Col d’Arlaz è la volta di Francesco Gabbani.

La grande musica è al centro anche di un grande appuntamento: Lorenzo Jovanotti il 13 luglio con una speciale edizione di Jova Beach Party 2022 Montagna.

L’artigianato valdostano torna protagonista il 24 luglio con l’esposizione e la vendita dei prodotti tipici a Rhêmes-Nostre-Dame in occasione di Rencontre des artisans de la Vallée e il 6 agosto con la Foire d’éte lungo le vie del centro storico di Aosta, animate da oltre 500 espositori che presentano una panoramica della produzione locale: legno, pietra, ferro battuto, cuoio… ce n’è per tutti i gusti!

Tra il 30 luglio e il 2 agosto va in scena la geologia con il Geofestival, un evento transfrontaliero per divulgare la conoscenza della genesi delle Alpi e del Monte Bianco tra conferenze e affascinanti escursioni geologiche accompagnate da esperti e guide alpine.

Mostre, concerti, fiere, conferenze, ma anche cinema: dal 6 al 13 agosto Valtournenche e Breuil- Cervinia presenta il Cervino Cine Mountain Festival, importante rassegna interamente dedicata al cinema di montagna, che quest’anno giunge alla 25° edizione.

Di grande fascino, sul finire dell’estate a fine settembre, intorno alla ricorrenza di San Michele, è la Désarpa, avvenimento tradizionale molto sentito e affascinante, perché riporta indietro nel tempo. Si tratta della transumanza delle mucche che lasciano gli alpeggi estivi in quota per tornare nelle stalle di fondo valle, in vista dell’inverno. Un’occasione per un giorno di festa da condividere tra agricoltori, comunità locali e turisti.

ENOGASTRONOMIA
Paese che vai, sapori che trovi e in Valle d’Aosta gli appassionati di buon cibo possono davvero gustare ottimi prodotti locali, accompagnati da grandi vini. Molte delle produzioni tipiche sono protagoniste delle numerose sagre, che vivacizzano le valli nei mesi estivi.

Il prosciutto crudo di Saint Marcel, sapientemente stagionato con le erbe di montagna, è il protagonista assoluto di Prosciuttiamo, in programma dal 17 al 19 giugno nell’omonima località.

La Seupa à la Vapelenentse, ovvero la Zuppa alla Valpellinense – a base di brodo di carne e verza, pane casereccio, ma soprattutto fontina – è, invece, la regina dell’omonima sagra, giunta alla 53ª edizione, il 27 luglio proprio a Valpelline.

A Torgnon il 21 agosto si degustano i dolci e i vini del territorio con Dolcissimo Torgnon, mentre il 3 settembre ci si avventura lungo un’esperienza sensoriale a tutto tondo attraverso i profumi, i sapori e le storie dei vini, formaggi, mieli e confetture della Valle d’Aosta, con Torgnon wine and cheese emotion.

Sempre ad agosto, nell’ultimo fine settimana, ad Arnad va in scena la Festa del Lardo, un prodotto d’eccellenza del territorio di Arnad, l’unico lardo d’Europa certificato DOP.

E a proposito di vini, la Valle d’Aosta ne propone un’ampia gamma riuniti sotto l’unica Denominazione di Origine Controllata Valle d’Aosta – Vallée d’Aoste, declinata in 7 sotto denominazioni di area e ben 31 riferite a specifici vitigni e tipologie di vinificazione.

A ottobre il gusto valdostano si identifica con il frutto della mela. A Gressan il 2 ottobre la Festa delle mele, nel weekend successivo ad Antey-Saint-André la mostra mercato Mele Vallée. I gusti autunnali si ritrovano nella seconda metà di ottobre anche a Bard, con il Marché au Fort, e a Châtillon, con la Sagra del Miele.

Ottobre è anche quando i forni dei villaggi di oltre 46 comuni della Valle d’Aosta si accendono per cuocere il tradizionale pane nero, in occasione della festa Lo Pan Ner, che quest’anno si svolge sabato 3. Un’occasione davvero particolare, in cui gustare il pane nero della tradizione appena sfornato, partecipando a eventi nel segno della convivialità. A La Salle, per esempio, il pane viene cotto in diversi forni disseminati lungo le frazioni del paese.

Per chiunque cerchi una sistemazione in Valle d’Aosta, il portale Booking Valle d’Aosta – lo strumento per la prenotazione dei soggiorni gestito direttamente dall’Ufficio regionale del Turismo – offre l’elenco delle strutture ricettive della Valle d’Aosta (alberghi, RTA, B&B, agriturismi e appartamenti), con la possibilità di prenotare direttamente online senza intermediari e senza alcun costo di prenotazione, selezionando in base al comprensorio o al tipo di esperienza desiderata.